Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2010

Scienziati studiano Prahlad Jani, l'82enne indiano che non mangia e non beve da 72 anni

Immagine
Possibile che un uomo possa sopravvivere per 74 anni senza mangiare e bere? È la domanda che si stanno ponendo dei medici indiani di un centro di ricerca del ministero della difesa, dopo aver accolto in un ospedale dello stato settentrionale del Gujrat, Prahlad Jani, un asceta indù di 82 anni: l'uomo sarebbe resistito tutti questi anni senza cibo e acqua grazie a un'antichissima tecnica yoga chiamata "breathrianismo". Il santone era già stato studiato da un'equipe di scienziati nel 2003, ma senza ottenere grandi risultati. Gli esperti l'hanno seguito per dieci giorni, 24 ore su 24, verificando che la sua mente, in effetti, si mantiene perfettamente lucida anche senza mangiare, bere, urinare e defecare. Secondo i medici indiani guidati da Sudhar Shah, l'asceta sarebbe in grado produrre urina nella sua vescia, per poi - in base alla sua volontà - rimandarla in circolo. Interrogato dagli specialisti, il santone indiano, nato in un poverissimo villaggio del G…

Nel 2013 il via ai lavori per la realizzazione della prima centrale nucleare italiana

Immagine
Due giorni fa l'incontro ufficiale fra Silvio Berlusconi e Vladimir Putin. E la decisione del premier italiano: entro il 2013 partiranno i lavori in Italia per la prima centrale nucleare. La prossima mossa? Sensibilizzare l'opinione pubblica all'importanza delle centrali nucleari. Le statistiche, infatti, dicono che non tutti gli italiani sono a favore di questa forma di energia. Il 54% degli abitanti dello Stivale ritiene indispensabili le centrali, ma nessuno le vuole nella propria provincia. Le centrali nucleari fanno paura. Non tanto per il potenziale pericolo di incidenti con rilascio di immani quantità radioattive, bensì per la consapevolezza che le aree geografiche a ridosso dei reattori, sono quelle dove la percentuale di incidenza di determinate patologie è più alta che altrove. Lo attesterebbero alcuni studi condotti in Gran Bretagna negli ultimi anni. Mentre la rivista scientifica Environmental Heatlh, sulla base di uno studio condotto in Germania, dice che le b…

I virus vegetali possono infettare l'uomo?

Immagine
Fino a oggi s'è sempre pensato che i virus delle piante non potessero infettare l'uomo e gli animali. Recentemente, però, una ricerca condotta da esperti dell'University of the Mediterranean di Marsiglia ha rivelato che un virus presente nel peperone dolce, è attivo anche nel 7% delle persone (il test è stato condotto su 304 adulti). In particolare gli scienziati hanno evidenziato nell'uomo tracce dell'Rna del virus vegetale, la prima prova di un'infezione ad opera di una pianta. Le persone colpite dal virus erano più suscettibili a stati febbrili, dolori addominali e prurito. Non tutti però sono d'accordo con queste conclusioni. Per Robert Garry della Tulane Univertisy a New Orleans, in Louisiana, è molto difficile che il virus di una pianta possa 'riconoscere' una cellula animale.

Aerei "a carbone". Il futuro dell'aeronautica americana

Immagine
Gli Usa dispongono di moltissimi giacimenti di carbone, ma hanno poco petrolio. Ogni anno, però, l’aeronautica militare statunitense consuma qualcosa come 10miliardi di oro nero, per una spesa complessiva di 4,5miliardi di dollari: in particolare le linee aree commerciali giornalmente bruciano 200milioni di litri di petrolio, il 30 percento delle risorse totali di una compagnia aerea. Per questo motivo è necessario trovare un sistema per far volare gli aerei a “carbone” e non a “petrolio”. Come? Con una benzina sintetica, ottenibile dal gas naturale. Parola dei tecnici del Pentagono. Un processo analogo consentirebbe, peraltro, di arrivare allo stesso risultato utilizzando il carbone. 100ore di test a terra, e recentemente 2ore di volo nei cieli del deserto americano del Mojave, fanno ben sperare gli scienziati. Gli esperti hanno utilizzato un vecchio bombardiere B-52, che ha funzionato alla perfezione, come un qualunque aereo alimentato da carburante tradizionale. Entro breve gli ame…

L'inquinamento rimpicciolisce l'organo riproduttivo maschile

Immagine
0,8. Sono i centimetri in meno di lunghezza del pene dei maschi italiani rispetto a 60 anni fa. Lo rivela uno studio diffuso dagli scienziati dell'Università di Padova. Secondo i ricercatori del Belpaese la lunghezza media dell'organo riproduttivo maschile è passata dai 9,7 centimetri del 1948,
agli 8,9 centimetri dei giorni nostri. La causa? L'inquinamento e in particolare gli estrogeni diffusi in larga quantità nei materiali e nell'ambiente. Sotto accusa anche i principi attivi contenuti nei pesticidi, additivi, metalli pesanti che avrebbero il potere di alterare il normale equilibrio ormonale di un organismo. A causa delle alte concentrazioni di estrogeni a livello ambientale, un bambino su tre nasce con anomalie all'apparato genitale. Inoltre i maschi si sviluppano sempre più tardi, mentre le femmine raggiungono prima l'età adulta. In generale la qualità (e la quantità) dello sperma è andata deteriorandosi nel tempo. E questo spiega il motivo per cui i casi …

"Quando scopriremo gli alieni?"

Immagine
Il sondaggio di Spigolature Scientifiche "Quando scopriremo gli alieni?" sta andando bene. Tuttavia l'impressione che ho, è che sia stato frainteso il concetto di "alieni". Con questo termine non intendevo definire esclusivamente degli (ipotetici) extraterrestri tecnologicamente super avanzati, ma anche banalissime forme di vita come i batteri. Dunque per i prossimi lettori che parteciperanno al sondaggio, il suggerimento è quello di considerare con il termine "alieno" una qualunque forma di vita, dalla più sviluppata alla più primitiva. Colgo l'occasione per aggiungere che credere agli alieni è tutt'altro che "fantasioso" o "infantile", come qualcuno presuppone (quasi come se stessimo parlando di folletti o spettri). A riprova di ciò vi rimando a un interessante articolo pubblicato oggi dal Daily Mail: http://www.dailymail.co.uk/sciencetech/article-1268712/Stephen-Hawking-Earth-risk-invasion-aliens-living-massive-ships.htm…

Italiani sempre più spesso vittime dei cyber criminali

Immagine
Sempre più a rischio documenti personali e password su internet. Stando, infatti, a una ricerca compiuta dal sito YouGov realizzato per conto della società VeriSign in media un navigatore su dieci viene derubato dei propri dati personali. Per questo motivo abbondano - e sono in costante crescita - reclami e azioni giudiziarie: "Nel 2009 alla Polizia postale sono giunte 3.267 denunce dalle vittime dei ladri di identità", raccontano i funzionari dell'ente italiano. In tutto sono state avviate 1.473 indagini. Ma un italiano su dieci vittima delle truffe online, potrebbe addirittura rappresentare un dato sottostimato. Secondo gli esperti dell'associazione Adiconsum, infatti, la percentuale è più alta e riguarderebbe almeno un italiano su cinque. Recentemente Adiconsum ha presentato una ricerca nella quale emerge che il 22% degli intervistati dice di aver subito un furto d'identità. Analoghi i dati forniti da Experian, società italiana che offre informazioni commercia…

Scoperto un tempio megalitico più antico di Stonehenge

Immagine
Scoperto presso la località Cut Hill, nel Devon (GB), un tempio megalitico molto più vecchio del celebre Stonehenge (nella foto). Lo rivela l'ultimo numero della rivista New Scientist. Il riferimento è a nove pietre perfettamente allineate, alte in media 2,6 metri, utilizzate per le osservazioni astronomiche. Le datazioni al radiocarbonio dicono che risalgono al 3.500 a.C., a circa mille anni prima, quindi, di Stonehenge. Mike Pitts, del British Archaeology magazine afferma che “lo studio di ciò che resta di questo antico tempio aiuterà a far luce sui tanti misteri che ancora avvolgono il popolo che costruì il più importante tempio megalitico mai realizzato dall'uomo”. Le pietre del tempio astronomico di Cut Hill sono allineate in modo molto simile a quelle di Stonehenge, così da rispondere ai solstizi e al regolare sorgere del sole.

Le super-eruzioni avvengono ogni 100mila anni. La prossima potrebbe non essere lontana

Immagine
Yellowstone nel Wyoming (Usa), Campi Flegrei in Italia, Lago di Taupo in Nuova Zelanda. Sono queste le aree dove potrebbe verificarsi in un futuro non troppo lontano una super-eruzione. Il riferimento è a supervulcani in grado di emettere fino a 300chilometri cubi di magma durante una sola eruzione. Fenomeni così potenti, in media, avvengono ogni 100mila anni. La più recente super-eruzione risale a 74mila anni fa, contraddistinse il Lago Toba, a Sumatra, e quindi la prossima potrebbe non essere lontanissima. In quell'occasione ci fu il rilascio di 1000chilometri cubi di magma in un solo colpo. Eruzioni di questo tipo sono 10 volte più distruttive dell'impatto di un asteroide, dicono gli esperti della Geological Society di Londra. Eventi geologici analoghi, in epoche ancora più remote, provocarono la sparizione di molte specie animale e vegetali. 250milioni di anni fa, nel Permiano, per esempio, a causa di una super-eruzione avvenuta in Siberia, scomparve il 90% delle specie ma…

Il "giardino stellare" di Rosetta fotografato dal telescopio Herschel

Immagine
A 5mila anni luce dalla Terra c'é un nido di stelle giganti: ognuna di esse ha una massa pari ad almeno 10 volte quella del sole. Le prime immagini spettacolari di questo "giardino stellare" sono state inviate a Terra dal telescopio spaziale Herschel, lanciato nel 2009 dall'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Le stelle in formazione si trovano nella nebulosa Rosetta, nella costellazione dell'Unicorno, un grande ammasso di polveri e gas sufficienti a formare almeno 10mila stelle simili al sole. La nebulosa misura approssimativamente 100anni luce, dimensioni riconducibili alla ben nota nebulosa di Orione (venti volte più vicina alla Terra).

Dilaga l'obesità in tutti i paesi industrializzati. Ma il fenomeno sembra riguardare soprattutto gli uomini. Stando, infatti, ai risultati di uno studio condotto dall'Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica, su oltre 5mila abitanti del Belpaese, il 57% è rappresentato da uomini oversize. Più bassa la percentua…

In Inghilterra la pecora che si fa l'auto-tosatura

Immagine
Arriva dall'Inghilterra la prima pecora 'auto-tosante'. È un animale che, con la primavera, perde naturalmente il suo cappotto di lana invernale, risparmiando all'uomo l'attività di tosatura. La razza battezzata "Exlana" è stata ottenuta da un allevatore inglese, Peter Barber, tramite una serie d'incroci (circa una decina), dopo aver notato una specie ovina brasiliana che perde il pelo col sopraggiungere della bella stagione. "Un tempo perdevamo parecchio tempo a tosare le pecore", racconta Berber al giornale inglese Daily Mail, "ma con la svalutazione della lana tutto il processo ci creava problemi economici oltre a essere una grande scocciatura. Adesso ho migliaia di pecore auto-tosanti nella mia fattoria". La razza "Exlana" deriva dalla pecora "Pancianera" delle Barbados e dalla "St Croix" delle Isole Vergini". L'animale consentirà grossi risparmi agli allevatori (circa 8 sterline a pecora)…

Gli oceani pullulano di microbi

Immagine
Un miliardo di microbi per litro d'acqua. È la stima media relativa alla presenza di microrganismi negli oceani del pianeta. Lo rilevano gli scienziati dell'International Census of Marine Microbes. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno prelevato vari campioni d'acqua in milleduecento zone marine. Complessivamente si parla di un nonilione (10 elevato alla trentesima potenza) di microbi presenti nei nostri oceani, corrispondenti al peso di 240miliardi di elefanti africani. Innumerevoli le specie esaminate, molte delle quali abituate a vivere con quantità minime di ossigeno. Gli scienziati hanno evidenziato più di 18milioni di sequenze di DNA, per un totale di circa un miliardo di specie microbiche. Secondo gli esperti l'esistenza dei batteri è fondamentale per la vita negli oceani: "I microrganismi svolgono un ruolo davvero critico nel funzionamento degli oceani", rivela Paul Snelgrove, a capo della ricerca. "Di certo, la vita negli oceani, …

Misterioso oggetto cosmico esplode nei cieli del Wisconsin

Immagine
Una misteriosa palla di fuoco ha illuminato mercoledì notte il cielo del Wisconsin, in Usa. Secondo l'agenzia stampa AP si sarebbe trattato di un corpo celeste di grandezza indefinita, il cui passaggio avrebbe fatto tremare case, alberi e terreni, pur senza provocare vittime. Sconcertati i numerosi americani che hanno assistito all'insolito spettacolo, fra cui cittadini del Missouri, dell'Illinois e dell'Indiana. Ecco un originale commento apparso su Facebook: “Sembrava di vedere un fulmine rosso, poi è diventato giallastro e allora si è visto qualcosa cadere dal cielo”. Il fenomeno è stato anche documentato da un video diffuso dalla BBC. Stando ai dati forniti dai radar della zona il corpo celeste avrebbe impattato in corrispondenza delle contee di Grant e Lafayette. Ma di cosa si è trattato esattamente? Quasi sicuramente di un meteorite. Secondo James Lattis, direttore della University of Wisconsin Space Place, il corpo celeste non era più grande di un pallone da bas…

L'eruzione del vulcano Eyjafjallajokull potrebbe provocare un'estate più fredda del normale

Immagine
Le ceneri del vulcano del ghiacciaio di Eyjafjallajokull, in Islanda, potrebbero influire sul clima della Terra se raggiungeranno la stratosfera. In tal caso rischiamo di andare incontro a un'estate più fredda del normale. È il parere di uno scienziato austriaco, secondo il quale il fenomeno potrebbe avere un “effetto refrigerante perché ridurrà la radiazione solare”. Dello stesso avviso anche il meteorologo italiano Paolo Ernani, convinto che il raffreddamento provocato dalle ceneri del vulcano islandese potrebbe sommarsi a quello determinato dal notevole numero di precipitazioni nevose avvenute nell'ultimo inverno e alla riduzione delle macchie solari. “Nube di cenere, nevosità e diminuzione delle macchie solari potrebbero insieme creare una tendenza contraria al riscaldamento del pianeta”, rivela Ernani. L'imminente futuro del clima in Europa dipenderà dunque dall'azione dei venti, che potrebbero realisticamente creare un sottilissimo strato di particelle sull'e…

Scoperta la più antica lingua americana

Immagine
Scoperta in Messico la più antica lingua del Nuovo Mondo: risale al 900 a.C. Lo afferma un’equipe di archeologi su Science. Il riferimento è a una pietra con incisi 62 segni, parte dei quali non ancora decifrati. Si sa per esempio che certi rettangoli indicano la sovranità, ma restano ancora molti dubbi su altri “scarabocchi” riportanti sagome riconducibili a uccelli. Secondo gli scienziati la tavoletta risalirebbe all’epoca degli Olmechi, in particolare al periodo detto di “San Lorenzo”. Dalle origini ancora misteriose, il “popolo del giaguaro”, rappresenta la cultura madre di tutte le principali civiltà del Mesoamerica. Nell’umida foresta tropicale tra acquitrini e fiumi, nelle regioni tra il Tabasco e il Veracruz, sorse intorno al XVIII secolo a.C. Gli Olmechi sono un popolo dalle origini misteriose, scoperto dagli archeologi soltanto alla fine dell’Ottocento, quando il viaggiatore messicano José M. Melgar y Serrano trovò fortuitamente una prima scultura riconducibile all'antic…

Lotta all'effetto serra con l'olio di scarto dei fastfood

Immagine
Dall'olio di scarto dei fastfood, una nuova proposta per combattere l'effetto serra e risparmiare energia. Il riferimento è a un materiale innovativo che, coprendo i tetti delle abitazioni, favorisce il riscaldamento della casa d'inverno e il rinfrescamento in estate. È stato presentato da scienziati dello United Environment & Energy LLC (Uee) di Horseheads (New York) nel corso di un incontro dell'American Chemical Society. Gli esperti hanno ottenuto dall'olio di scarto dei fastfood un polimero liquido che, opportunamente trattato con sostanze che per ora non possono essere rivelate, si trasforma in plastica e può quindi essere utilizzato per coprire tetti e verande. Il tetto hitech è in grado di assorbire raggi solari durante la stagione fredda, e di rifletterli nel corso dei mesi più caldi. Esiste una temperatura critica oltre la quale l'azione di assorbimento si trasforma in riflessione e viceversa. I test finora compiuti rivelano l'attendibilità del…

Anche le formiche provengono dall'Africa

Immagine
L'evoluzione delle formiche? Da rivedere. Fino a oggi gli scienziati pensavano che i primi imenotteri si fossero evoluti in Asia o in America. Oggi, però, una nuova scoperta avvenuta in Africa dice che probabilmente la culla delle formiche è da ricondurre (come per l'uomo) al continente nero. Gli studiosi hanno scoperto una formica imprigionata nell'ambra risalente a 95milioni di anni fa. Prima si pensava che le formiche non avessero più di 92milioni di anni. Siamo in piano Cretaceo, e la terraferma è dominata dai dinosauri. All'epoca la Terra era assai diversa da come siamo abituati a vederla oggi. C'era un supercontinente chiamato Gondwana che allo smembrarsi della Pangea (l'ammasso di terre emerse risalente a 200milioni di anni fa) comprendeva oltre all'Africa anche il Sudamerica, l'India e l'Australia. Gli studiosi dell'Università di Padova spiegano sul Corsera che la scoperta è notevole, tenuto conto del fatto che sono noti fossili di formi…

Bronchiti, allergie, eczemi. Ko con le cure termali

Immagine
Il potere e la magia delle terme. Ora trova conferma anche nella scienza. Fra non molto, proprio a Milano, sarà, infatti, attivato un master di medicina termale. Partirà nel dicembre 2010. Lo scopo è quello di formare figure professionali che potranno trovare sbocchi lavorativi presso centri termali, talassoterapici e di benessere, veri e propri presidi ospedalieri. Non per niente con circa 65mila addetti e un fatturato complessivo di oltre 3,5miliardi di euro, le aziende termali costituiscono un'importante risorsa dell'economia italiana. Non solo. L'aumento del fatturato delle cure termali - effettuabili in 380 stabilimenti del Belpaese - nel 2009 è stato del 2,5% pari a + 800milioni di euro. Ma perché piacciono così tanto le cure termali? Perché fanno bene. In tutti i sensi. Secondo uno studio francese appena pubblicato sulla rivista Complementary Therapies in Medicine, questo tipo di cura è ottima, per esempio, per gli stati ansiosi. Si è infatti visto che immergersi in…

La realtà newyorkese secondo Jason Polon

Immagine
Un blog di grande successo. Quello di Jason Polon. È un ventisettenne newyorkese che, senza farsi vedere, ritrae i passanti della Grande Mela per poi metterli online. Ne ha già ritratti 8.500. Il blog è super cliccato perché molti newyorkesi lo visitano per vedere se sono stati immortalati dall'originale pittore. Non si tratta, in realtà, di autentici quadri, ma solo di schizzi, disegni stilizzati, che Polon realizza in pochi minuti (due al massimo). Polon è attratto soprattutto dalle scene di vita quotidiana: un lavoratore in pausa pranzo che divora al volo un hot dog, una mamma che spinge una carrozzina, un anziano intento a leggere il giornale. E non mancano celebrità come Don DeLillo, immortalato alla Grand Central Station. "Ciò che cerco di riprodurre è l'esperienza newyorkese per eccellenza", dice l'artista, "un moto perpetuo di incredibili diversità". La fama dell'artista newyorkese s'è sparsa a tal punto che in molti ormai richiedono la …

Allarme rifiuti. Entro il 2030 rischiamo di essere sommersi dalla spazzatura hitech

Immagine
I computer ci seppelliranno? L'immagine è metaforica, tuttavia da qui a una ventina d'anni verranno eliminati così tanti pc da rendere assai difficoltoso il loro corretto smaltimento. Secondo una ricerca condotta da esperti dell'Arizona State University entro il 2030 il numero di computer che ogni anno diverranno obsoleti, raggiungerà quota un miliardo, contro le 180mila unità dei nostri giorni. In questo momento molti scienziati stanno dunque pensando al modo più redditizio per recuperare materiali contenuti nei pc che non si utilizzano più. Anche in un normale computer sono, infatti, presenti importanti componenti che potrebbero essere riutilizzati, compresi frammenti di oro e rame. Il problema - come denuncia una recente indagine di Report - è che i computer vengono smaltiti anche quando sono ancora perfettamente funzionanti. In media il possessore di un pc cambia computer ogni tre anni. Molti di essi finiscono in discariche abusive inquinando pesantemente l'ambient…

A Milano l'esercito di terracotta, una storia iniziata duemila anni fa

Immagine
Dalla Cina con furore. Arrivano per la prima volta a Milano i famosi guerrieri di Xi'an, del celebre esercito di terracotta risalente a duemila anni fa. Non tutti i 700 guerrieri naturalmente, ma solo una 'delegazione' di 7, fra ufficiali, balestrieri e cavalieri. Sono arrivati in Italia in aereo, all'interno di cassoni blindati. Ogni soldato pesa circa mezza tonnellata. La mostra - intitolata 'I due imperi' - sarà visitabile dal 16 aprile al 5 settembre presso Palazzo Reale. Un'occasione ghiotta che consentirà di mettere a confronto la storia dell'Impero Romano con quella delle dinastie cinesi Qin e Han. L'esposizione prevede, infatti, anche l'allestimento di legionari e centurioni romani marmorei dell'Età di Traiano, in arrivo dai musei archeologici di Roma e Napoli. L'esercito di terracotta venne realizzato per proteggere la tomba del primo imperatore cinese Qin Shi Huang, nato nel 259 a.C. Si parla di un esercito di circa 8mila guerr…

Il sessocentrismo dei maschi

Immagine
Il cervello degli uomini? È inesorabilmente tarato per il sesso. A differenza di quello femminile, maggiormente dedito alle emozioni. È quanto si evince da una ricerca effettuata dagli esperti della Woman's Mood and Hormone Clinic a San Francisco. Il sessocentrismo dei maschi sarebbe dovuto a un mix ormonale e all'influenza della cultura sulla crescita. In particolare testosterone, vasopressina e MIS (sostanza inibitrice Mulleriana) porterebbero il maschio a pensare sempre in quella direzione. Le conclusioni dello studio sono state diffuse nel libro "Il cervello dell'uomo" scritto dalla psichiatra americana Louann Brizendine. "Quando ho raccontato la mia intenzione di scrivere questo libro", rivela Brizendine, "molte persone mi hanno risposto ironiche: 'sara' un testo molto breve. Ciò mi ha reso consapevole del fatto che l'idea che il maschio sia il 'modello base' dell'essere umano è ancora molto pervasiva nella nostra cultu…

"Organ printing": la nuova frontiera della medicina

Immagine
Per oggi è solo fantascienza, ma un domani potrebbe rappresentare la quotidianità in campo medico. Parliamo del primo modello di bioprinter realizzato da studiosi di San Diego, negli Stati Uniti. Si tratta di uno strumento che funziona come una stampante inkjet tridimensionale che in futuro potrebbe servire per disegnare direttamente nel nostro corpo pezzi di rene, fegato, o addirittura un cuore completamente nuovo. Una rivoluzione che consentirebbe di allungare enormemente la vita media dell'uomo e di vincere definitivamente la penuria d'organi. L'argomento è stato affrontato dall'ultimo numero di Wired. "Fino a pochi anni fa la costruzione di organi umani, cellula su cellula, era solo fantascienza", spiega sulla rivista di Riccardo Luna Gabor Forgacs, biofisico dell'Università del Missouri e fondatore e direttore del comitato scientifico di Organovo, la società californiana di medicina rigenerativa che, con l'australiana Invetech, ha sviluppato il p…

La sacra Sindone torna a far parlare di sé in occasione della nuova ostensione

Immagine
Appuntamento a Torino dal 10 aprile al 23 maggio. La sacra Sindone, il lenzuolo nel quale, secondo la tradizione cristiana, è stato avvolto Gesù dopo la morte, tornerà a essere visibile al pubblico e ai media. L'ultima ostensione risale al 2000, la prima al 1578. In mezzo un numero incredibile di studi, ipotesi, teorie per far chiarezza sulla sua autenticità. Secondo alcuni esperti sono almeno 700 le ricerche che hanno tentato di dare una spiegazione definitiva al mistero della sacra Sindone. I fedeli non hanno dubbi: in quel sudario fu avvolto il Figlio di Dio. La chiesa, invece, non si pronuncia più di tanto, evitando di schierarsi apertamente. Anche se papa Pio XI e papa Giovanni Paolo II hanno ammesso di crederci. Consente, però, il culto. Decisamente più scettici gli scienziati, convinti che il sudario non abbia nulla a che vedere con Gesù. Gli studiosi si basano soprattutto sulla datazione al carbonio 14, effettuata secondo un rigido protocollo (non rispettato) da tre istitu…

LA DEPRESSIONE E' UN'INVENZIONE?

Immagine
Era come se la mia testa non fosse mia, ma di qualcun altro, come se fossi continuamente altrove. Non ero soddisfatto della mia vita e del calcio, cioè del mio lavoro. Mi tremavano le gambe all'improvviso. Un periodo davvero cupo". Gigi Buffon, numero uno della Juventus e della nazionale, racconta così l'esperienza della depressione. Non è solo, nella schiera dei vip che hanno conosciuto il 'male oscuro', il buio della vita, quel senso cupo di inadeguatezza: potrebbero dire la loro Raoul Bova, Elenoire Casalegno (nella foto), Aida Yespica… Ma oggi c'è chi solleva una voce contro. Straconvinto che il cosiddetto 'male oscuro', in realtà, altro non sia che un'invenzione. Una creazione dei media e delle case farmaceutiche. Chi la pensa così è Gary Greenberg, psicoterapeuta di 52 anni del Connecticut (Stati Uniti): ha dato alle stampe il libro "Manufacturing Depression. The secret history of a modern disease". In pratica per lo specialista ame…

Discovery raggiunge la Stazione spaziale internazionale

Immagine
Missione compiuta. Lo shuttle Discovery ha agganciato la Stazione spaziale internazionale (Iss), 344 chilometri al di sopra dei Caraibi. Il contatto è avvenuto alle 3.44 del mattino, le 9.44 in Italia. Lo ha annunciato poco fa la Nasa. La missione denominata STS-131 durerà 13 giorni e consentirà la consegna di 8 tonnellate di approvvigionamenti e materiali. Inoltre sono previste tre passeggiate spaziali (di oltre sei ore) per una serie di operazioni di manutenzione della Iss. Si tratta di una delle ultime missioni dello shuttle (è il quartultimo lancio) che entro fine anno andrà in pensione. Poi si continuerà a 'navigare' nel cosmo tramite le capsule russe Soyuz, e forse alcune compagnie statunitensi private. In attesa che la Casa Bianca s'inventi qualcosa di nuovo per l'esplorazione spaziale. Il Discovery era partito due giorni fa con 7 astronauti, fra cui 3 donne, dal Kennedy Space Center. Al comando Alan Poindexter. In questo momento nello spazio ci sono ben tredici…

Scoperto l'anello mancante fra l'Homo habilis e le forme australopitecine

Immagine
Giovedì verrà mostrato per la prima volta al pubblico e alla stampa lo scheletro perfettamente conservato di un ominide a metà strada fra l'Homo habilis e le forme australopitecine. Una scoperta che potrebbe rivoluzionare la storia dell'antropologia. Mai prima d'ora, infatti, erano emerse tracce relative al fantomatico anello mancante fra il genere Homo e l'Australopithecus. Il reperto - rappresentato da un bacino e da arti interi riconducibili a un giovanissimo ominide - è stato individuato in Sudafrica e risale a circa 2milioni di anni fa. Protagonista della scoperta Lee Berger (nella foto a sinistra), dell'Università di Johannesburg. Entusiasmo da parte di tutti i principali scienziati che si occupano di evoluzionismo. In particolare Philip Tobias, antropologo dell'Università di Witwatersrand a Johannesburg parla di una scoperta "meravigliosa ed emozionante". La notizia è stata divulgata oggi dal Daily Mail. Il giornale dice che è stato scoperto l&…

Terremoto di magnitudo 7,2 colpisce il Messico. Udito il sisma anche a Los Angeles

Una scossa di magnitudo 7,2 ha provocato due morti e 100 feriti nello stato di Baja California, nel nordest del Messico. Colpita soprattutto la città di Mexicali dove molti edifici sono stati danneggiati e sono saltate le linee elettriche. L'epicentro del terremoto è stato localizzato dagli esperti dell'Istituto geofisico americano a una decina di chilometri di profondità nella zona di Guadalupe Victoria, località messicana a circa cento chilometri dal confine con gli Stati Uniti. Il terremoto si è verificato alle 15.40 (ora locale), le 00.40 di oggi in Italia. È dal 1969 che non si registra un sisma così potente nella zona, più forte di quello che ha sconvolto Haiti a gennaio (di magnitudo 7). Dopo la forte scossa iniziale ce ne sono state altre 18 di minore intensità. Secondo il Los Angeles Times lo sciame sismico ha contrassegnato anche varie città statunitensi fra cui San Diego e Los Angeles. Gli esperti dicono che nei prossimi giorni ci potrebbe essere una forte scossa di…

Il miglior giocattolo del secolo

Immagine
Il Lego? Nonostante gli anni continua a essere il gioco preferito dai papà inglesi. Lo dice un sondaggio diffuso in questi giorni dalle pagine del Telegraph. Inventati nel 1932 dal carpentiere danese Ole Kirk Christiansen, i mattoncini di plastica multicolore che s'incastrano e che hanno rappresentano la gioia d'intere generazioni di bambini, sono ancora oggi considerati il miglior giocattolo in circolazione da 1.000 adulti di età superiore ai 25 anni. Sempre in Inghilterra, il Lego è stato definito il gioco del secolo. La prestigiosa onorificenza gli è stata conferita dai membri della British Association o Toy Retailers (BATR). Qualche curiosità: Lego in danese vuol dire “gioca bene”; dal 1949 al 1998 sono stati prodotti 203miliardi di mattoncini; i colori più diffusi sono rosso, giallo, blu, nero, bianco e grigio chiaro; nel 1992, usando prodotti Lego, furono stabiliti due record nel Guinness dei primati: un castello di 4,45metri di altezza, per 5,22 metri di lunghezza, e un…

Lotta alla fame del mondo con un'alga risalente all'Archeano

Immagine
È l’idea di un team di ricercatori di Ginevra per vincere la fame nel modo. Si basa sulla coltivazione di una particolare alga, in speciali vasche da 20metri quadrati. Secondo gli specialisti d'oltralpe una soluzione del genere vale molto di più che spedire in modo discontinuo e disorganizzato derrate alimentari tradizionali nei paesi sottosviluppati. L’alga presa in esame, la spirulina, dal colore verde azzurro che vive sul nostro pianeta da oltre tre miliardi e mezzo di anni (risale all'Archeano), ha un potere nutrizionale notevole. In essa si trovano abbondanti proteine (il 50% in più della soia, alimento vegetale fortemente nutriente), vitamine, ferro, calcio. Secondo gli scienziati della Antenna Technologies (AT) la coltivazione della spirulina potrebbe peraltro avvenire in luoghi dove spesso le condizioni igieniche sono precarie: il vegetale cresce in acque fortemente basiche che non consentono la proliferazione di parassiti, batteri e altri microrganismi nocivi alla sal…

Il gelo del Dryas recente provocato dall'esplosione di una cometa

Immagine
13mila anni fa si estinsero all'improvviso molte specie animali. Gli scienziati da sempre si chiedono il motivo di questo evento, ma non sono ancora riusciti a dare una risposta esaustiva. Oggi, però, grazie alle ricerche di Bill Napier dell'Università di Cardiff, scopriamo che probabilmente la sparizione repentina di piante e animali avvenuta nel periodo chiamato dai geologi Dryas recente, potrebbe essere stata provocata dall'esplosione di una cometa nei cieli del Canada: lo confermerebbero i numerosi ritrovamenti di polvere di diamanti riscontrati in strati geologici risalenti a 13mila anni fa. Il fenomeno avrebbe determinato una 'grandinata' di detriti che si sarebbe protratta per circa un'ora provocando incendi immani, riconducibili a impatti di bombe nucleari. Il contatto con la cometa avrebbe pertanto oscurato l'azione solare, provocando un abbassamento repentino delle temperature e determinando una mini era glaciale. "Alla luce di un'ipotesi…

Matematica al servizio della cardiologia

Immagine
Una buona notizia dal mondo della cardiologia: a Milano la mortalità per infarto è scesa dall'8,9% del 2008 al 3,8% del 2010. Tutto merito di interventi sempre più rapidi e corretti e dei modelli matematici messi a punto dal Politecnico di Milano. "Due anni fa il laboratorio Mox del Politecnico milanese", dice Anna Panagoni, responsabile dello studio, "ha sviluppato modelli matematici per razionalizzare gli interventi di soccorso giungendo a sorprendenti risultati". Per esempio si è visto che - contrariamente a quanto si pensa - recarsi in ospedale per conto proprio al sopraggiungere dei primi sintomi della crisi coronarica "fa perdere molto tempo". "L'ideale è quindi chiamare sempre il 118 quando compaiono le prime avvisaglie di un attacco cardiaco", rivela la ricercatrice meneghina. Inoltre le stime matematiche hanno messo in luce che è molto utile adottare le unità mobili di elettrocardiogramma per la diagnosi immediata. Lo studio del…